Istruzioni per gli speaker

Questa pagina contiene alcune istruzioni per gli speaker che intendono tenere una videolezione nell'ambito del progetto "10 minuti Videolezioni di filologia italiana". Prima di realizzare i video si invitano i relatori a prendere visione della descrizione del progetto nella pagina di presentazione per tenere a mente temi e finalità dell'iniziativa. Per maggiori informazioni e per assistenza è possibile contattare in ogni momento il team scrivendo una mail a 10minutivideolezioni@bembus.org.

Si ricorda che le videolezioni devono avere una valenza divulgativa, in quanto destinate anche ad un pubblico non specializzato che comprende professori e studenti di scuole superiori e appassionati di letteratura. Per questo si consiglia di non soffermarsi su questioni eccessivamente specialistiche. Per l'esperienza acquisita con i video della prima serie gli argomenti che incontrano maggiore interesse sono quelli che riguardano gli autori maggiori. Sarebbe bene che si mantenesse comunque l'impronta latamente filologica, ma non specialistica, che funziona soprattutto se è riferita a testi che rientrano nel canone scolastico.

Di seguito si riepiloga una checklist che gli speaker possono seguire per realizzare la videolezione. In fondo alla pagina sono presenti anche alcune istruzioni tecniche su come effettuare la registrazione con il proprio computer e la risposta ad alcune domande frequenti.

1

Concordare l'argomento

Prima di registrare la videolezione si invita a definire il tema con i collaboratori del progetto, tenendo a mente le finalità del progetto. Se lo desidera, lo speaker può proporre uno o più argomenti per il video oppure accogliere le proposte elaborate dal team.
2

Fornire i dati paratestuali

A corredo di ciascuna videolezione si richiedono alcune brevi informazioni di carattere paratestuale (titolo, abstract dell'intervento, nota personale) da trasmettere secondo le indicazioni riportate nell'apposta sezione di questa pagina.
3

Effettuare la ripresa

Per la ripresa della videolezione, che deve avere una durata compresa fra i 10 e i 15 minuti, è possibile servirsi della webcam del proprio computer e di un software di registrazione gratuito che può essere già installato nel dispositivo. Maggiori istruzioni sono disponibili sono fornite sotto.
4

Inviare la ripresa

Una volta realizzato, il video deve essere inviato a 10minutivideolezioni@bembus.org utilizzando il software gratuito WeTransfer o un altro analogo fra quelli riportati più oltre in questa pagina.

Informazioni di carattere paratestuale

Ogni video sarà fatto precedere da una copertina realizzata in fase di editing con il nome dello speaker seguito dall’ente di appartenenza, il titolo della lezione e la foto del relatore. Per pubblicare la videolezione è necessario trasmettere i seguenti dati (obbligatori):

  • titolo della lezione: si suggerisce brevità (massimo 60 caratteri spazi inclusi);
  • abstract della lezione: si invita ad attenersi ad una lunghezza di 4-5 righe, ovvero di circa 500 caratteri spazi inclusi (e comunque non oltre i 750 caratteri spazi inclusi);
  • breve nota personale: della medesima lunghezza del precedente.
Se lo desidera lo speaker può fornire anche le seguenti informazioni (facoltative):

  • foto di copertina: una foto in HD che sarà inserita all'inizio del video assieme al titolo della relazione, al nome dell'autore e alla sua affiliazione. Se non viene inviata una foto ad hoc l'immagine sarà tratta da un fotogramma del video se in rete non se ne trova una migliore;
  • link account social: questa informazione sarà utilizzata in fase di pubblicazione e promozione del video per taggare lo speaker su Facebook, Twitter e Instagram.

Per maggiori informazioni sulle tipologie di abstract, note personali e foto di copertina si raccomanda la visione dei video precedentemente pubblicati sul canale YouTube.

I dati richiesti possono essere trasmessi compilando il modulo preposto o inviandoli per mail a 10minutivideolezioni@bembus.org.

Effettuare la ripresa

La ripresa deve avvenire in HD utilizzando la webcam del proprio computer e un qualsiasi software idoneo per la registrazione. Il file prodotto deve essere in formato .mp4 o .mov.

Chi dispone di un Mac può utilizzare il software di ripresa video QuickTime Player, che è già installato sul computer; chi ha un sistema operativo Windows e non ha già un software in uso, può installare un'applicazione gratuita fra quelle indicate sotto. Maggiori istruzioni su come effettuare la registrazione sono disponibili in coda a questo paragrafo.

Il video deve avere una durata compresa fra i 10 e i 15 minuti (in massimo 15 minuti si possono dire molte cose). Non sono ammessi video della durata superiore di 15 minuti, che è il limite imposto dall'account di YouTube; i "10 minuti" del titolo valgono come tempo minimo.
L’inquadratura dello speaker può occupare l’intero spazio del video per tutta la lezione, oppure può essere alternata a immagini (di manoscritti o di stampati) se è essenziale al discorso. Ad esempio, può iniziare con lo speaker a schermo intero e poi proseguire lasciando lo spazio maggiore alle immagini. È anche possibile proiettare dei contenuti in sovrimpressione o mostrando contemporaneamente anche lo speaker. La prima soluzione (solo video del relatore) è tecnicamente più semplice, oltre a consentire una migliore comunicativa. Eventuali immagini o altri contenuti da accludere al video devono essere trasmessi via mail a 10minutivideolezioni@bembus.org, corredati di indicazioni utili al loro inserimento (come gli intervalli temporali).
No a ringraziamenti per l’invito, autopresentazioni e altre forme di convenevoli. In una lezione di massimo 15 minuti nessuna parola può essere sprecata. Riferimenti a volumi dello speaker pertinenti all’argomento presentato devono essere segnalati nella nota personale, ma non nel discorso, perché non appaia un’autopromozione. Se l'oggetto della videolezione è l'analisi di componimento poetico (ad es. un sonetto), si prega di leggere il testo ad inizio del video e fornire una breve contestualizzazione: la videolezione è destinata ad un pubblico ampio e molti spettatori potrebbero non conoscere o aver mai letto quel componimento.
Per facilitare l'editing del video e le transizioni si chiede di lasciare, all'inizio e alla fine della registrazione, un intervallo di 5 secondi di silenzio dove compare solo l'immagine dello speaker (senza audio).

Come registrare il video su Mac

Su Mac la registrazione da webcam può essere effettuata con QuickTime Player, che di default è già installato sul computer. È sufficiente avviare l'applicazione, quindi andare su File > Nuova registrazione filmato e cliccare sull'icona con un pallino rosso per avviare (e terminare) la registrazione.

Come registrare il video su Windows

Se il computer ha Windows 10 come sistema operativo si può usare l'app Fotocamera. Per avviare (e terminare) la registrazione è sufficiente premere il tasto della videocamera che si trova sopra quello della macchina fotografica. Prima di avviare il filmato è possibile modificare la luminosità dell'immagine.

In alternativa è possibile usare l'app VLC Media Player, che può essere scaricata qui. Dopo aver avviato l'applicazione occorre cliccare su Media > Converti e Salva, quindi selezionare Dispositivo di acquisizione > Modalità di acquisizione, assicurarsi che sia spuntata l'opzione "DirectShow" e scegliere il nome della webcam nella scheda "Dispositivo di acquisizione". Al termine cliccare su "Converti e Salva", quindi selezionare il "File di destinazione" ed il profilo "Video" e cliccare su "Avvia". La registrazione si avvia in automatico e può essere interrotta cliccando su "Stop".

Un altro software gratuito che può essere utilizzato è Debut Video Capture, scaricabile da questo link. Una volta aperta l'applicazione basta cliccare su "Webcam" dal menu in alto e avviare la registrazione cliccando sul tasto con il pallino rosso. Il filmato può essere interrotto cliccando sull'icona con un quadrato nero (a destra di quella per avviare la registrazione).

Inviare il filmato

La videolezione deve essere inviata a 10minutivideolezioni@bembus.org. A causa delle dimensioni elevate del file, non è possibile allegare il filmato come messaggio di posta elettronica. Per questo si consiglia di utilizzare uno strumento online per trasferire file come We Trasnfer, che è gratuito e non richiede la registrazione, o un altro servizio affine come Trasnfer Now. Sono tutti di uso molto intuitivo. È anche possibile caricare e condividere la videolezione tramite Dropbox, Google Drive o Microsoft OneDrive, oppure per mezzo di un'altra piattaforma a scelta dell'utente.

Domande frequenti

C'è una scadenza per la consegna della videolezione?

No. Anche se è auspicabile che non passi troppo tempo fra la definizione dell'argomento e la realizzazione del video, non c'è una scadenza per l'invio della videolezione. Tutti i filmati saranno pubblicati secondo l'ordine di arrivo, salvo diverse esigenze editoriali, nel primo slot disponibile (la pubblicazione avviene a giovedì alterni alle ore 15 su Facebook e YouTube).

È possibile menzionare i propri scritti?

È possibile citare monografie e articoli dello speaker nel paratesto. Tuttavia, si prega di evitare ogni menzione delle proprie opere all'interno del video (si suggerisce di ricorrere a frasi generiche del tipo: "come ho studiato di recente" et similia) al fine di evitare che la lezione diventi un'autopromozione. È sempre possibile citare studi di altri autori nel corso della registrazione.

Si possono inserire immagini, video e slides?

Sì, ma si raccomanda un uso parco e limitato ai casi ove si fa diretta menzione nel video, evitando di ricorrere a questi strumenti per fini decorativi. L'inserimento di immagini (manoscritti e stampati) o di altri contenuti avviene in fase di editing a cura del team del progetto "10 minuti", al quale lo speaker deve far pervenire tutti i materiali da inserire corredati di informazioni utili (come ad esempio l'intervallo di tempo in cui si desidera che vengano inseriti).